La Fragilità

 

La Fragilità vista come talento e risorsa

Fragilità

Oggi una persona mi ha detto che secondo lei io sono ancora molto fragile.

La ringrazio per il feedback perché mi ha spinta a fare un riflessione sulla fragilità, guardandola e analizzandola sotto un punto di vista utile per il nostro essere e per la nostra vita.

Cosa ci spinge a vedere la fragilità per forza come un difetto?

Cosa ci impedisce di vederla come una bellissima dote?

Siamo cresciuti bombardati da informazioni negative sulla fragilità e crescendo ci siamo convinti di questo, obbligandoci a scappare da essa e tingerci di forza in tutto per tutto.

Considerando che le convinzioni hanno a che vedere con il nostro futuro, perché è grazie a loro che attingiamo le nostre capacità e comportamenti e reagiamo di fronte alle situazioni prendendo decisioni più o meno sagge cosa ci impedisce di cambiarle per trasformare in potenzianti e utili?

Nulla!

La fragilità è desiderio di ascolto, di gentilezza, di servizio a sé e agli altri, e ci consente di sfuggire al fascino stregato delle ideologie, al deserto della indifferenza e dell’egoismo

Mai le persone fragili sono capaci di fare del male, e la fragilità dischiude il loro cuore alla gentilezza e alla tenerezza, alla comunione e alla solidarietà, alla preghiera.

Sono fragili emozioni come la tristezza e la timidezza, la mitezza e la speranza, la gioia e la tenerezza, la nostalgia e le lacrime, che, se non fossero fragili, perderebbero la loro magia e la loro significazione umana.

Le emozioni fragili si scheggiano facilmente, non resistono  alla noncuranza e all’ indifferenza.

Cosa sarebbe la speranza se non fosse nutrita di fragilità?

Non sarebbe se non una delle tante problematiche certezze che, nella loro impenetrabilità al dubbio, svuotano di senso la vita.

Anche la gioia è una emozione fragile e luminosa.

La Fragilità è la culla dell’umanità, che permette non solo di riconoscere l’uomo nella sua autentica essenza profonda, limitata ed insicura, senza mistificazioni e falsi miti, ma che consente di cogliere il bisogno dell’altro, poiché è proprio in quest’ultimo che la fragilità trova la forza.

Regalati la fragilità, potresti riscoprirti in una vita semplicemente più bella, più viva.

Con affetto.

Martina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...