Come Decidi di Passare il tuo Tempo?

 

La Metafora del Bastone e il Tempo che Passa.

“Come decidi di passare il tuo tempo?”

Sono ancora in volo quando, sulle note di I LOVE MY LIFE, tra una virata e l’altra, mi faccio spazio tra le nuvole.

Il mio viso è abbagliato da raggi di sole che entrano dal finestrino e scaldano la mia pelle come se fossi stesa su un lettino al mare in una calda giornata estiva.

Ho sonno, ho dormito solo tre stanotte, i miei occhi hanno bisogno di riposare ma allo stesso tempo la voglia di fotografare le immagini del volo nella mia mente e fantasticare su di esse è davero tanta.

E così chiudo gli occhi e inizio a sognare, creando immagini e suoni inizio ad emozionarmi.

Scende una lacrima,

E un battito si sente,

Qualcosa sta prendendo vita…

Ma cosa?

Ancora non lo so…

Il viaggio è lungo e ho bisogno di allenare la calma.

Ogni cosa arriva al momento giusto.

Ogni cosa al suo tempo.

Ogni cosa è una cosa, non dieci cose.

Così come i passi.

Un passo è un passo.

Si fa un passo alla volta per arrivare alla destinazione.

Il viaggio è lungo e chiudo gli occhi riaprendoli all’atterraggio.

Sono arrivata in Francia e sta per iniziare il mio Cammino, il mio Pellegrinaggio, il mio viaggio.

Quando arrivo a SJPD mi fermo di fronte ad un negozio di accessori tecnici per i Pellegrini e decido di comprami un bastone, il classico bastone del Pellegrino.

Quel bastone che è diventata la mia ancora, quando ho deciso di incidergli sopra con un pennarello nero il mio motto.

Il motto che rappresenta il perchè ho deciso di iniziare questo cammino e mi serve ogni qualvolta che mi sento in difficoltà:

“Procedo, in equilibrio un passo in più verso la mia Libertà!”

E’ il giorno dopo e cammino, e dopo circa 18 km, tra il silenzio della natura e i suoi paessaggi mistici di color verde, il rumore dei torrenti, il ticchettio del bastone sull’asfalto mi coinvolge andando magicamente al ritmo dei miei passi, creandone una speciale sintonia.

Devo ancora raggiungere la neve, che so mi sta aspettando, ho ancora tanti passi da fare, e tanti ticchettii da ascoltare.

Mi lascio andare ad una riflessione e ad una metafora, associando ogni ticchettio del bastone al ticchettio delle lancette dell’orologio, e quindi come ad ogni passo che faccio, c’è il tempo il passa, e il tempo scorre.

E qui mi dico:

“Marty come decidi di far passare questo tempo, e di fare ogni passo? Come procedi ad ogni passo?

Che qualità dai al tempo che vivi?

Che qualità dai al passo che fai per arrivare dove vuoi arrivare?”

E a queste domande mi rendo conto che sto passando il mio tempo con qualità, per capire i primi i primi segnali del mio corpo, rispetto all’obiettivo che voglio raggiungere, senza dover fare una gara con me stessa.

Tra l’entusiamo della prima tappa e la consapevolezza delle difficoltà oggettive, mi collego al mio corpo, il mezzo che mi permettere di raggiungere con energia vitale il mio obiettivo , calibrando ogni suo messaggio e renderlo un diamante prezioso da conservare in un luogo sicuro per poterlo farlo brillare alla luce ogni volta che ho bisogno della sua energia di insegnamento.

E il tempo passa, e io cammino.

E il tempo passa, e io vivo.

E decido come vivere il mio tempo.

E tu?

Come vuoi passare il tuo tempo oggi?

Come fai scorrere le lancette del tuo orologio?

Come farai ogni passo che fai?

cammino due

Un pensiero su “Come Decidi di Passare il tuo Tempo?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...